Friday, September 02, 2016

Del trágico error y la justicia trágica. Dos recuperaciones para el centenario shaskesperiano



Michele Marchesiello
Shakespeare in law: il diritto come 'Commedia degli errori'
De Ferrari (Collana Athenaeum), Genova, 2015, 208 pp.
ISBN: 9788864056548

Non corre buon sangue tra diritto e letteratura. Eppure, non è stato sempre così. Dante e Cervantes, Dickens e Balzac e - su tutti - Shakespeare sono stati letteralmente ossessionati dalla questione della giustizia. Di Shakespeare, in particolare, è stato detto che non c'è commedia o tragedia che non abbia al centro un processo: processo intentato soprattutto alla giustizia e ai suoi tragici paradossi. Marchesiello mette in luce l'aspetto paradossale del diritto "come errore" o come equivoco, attraverso una commedia schakespiriana considerata e messa in scena, secondo una lettura farsesca, quasi una "comica finale".




Leone Giuseppe
Il palcoscenico esemplare. La questione della giustizia nelle tragedie shakespeariane
Liguori, Napoli, 2015, 184 pp.
ISBN : 978-8820765880

Come si conciliano le morti di Cordelia, di Duncan, di Desdemona o di Emilia con l'ideale della giustizia poetica? Quale sorte è assegnata agli empi, quale agli onesti? Esiste in Shakespeare uno schema di interdipendenze tra azioni e destino-scenico, tra virtù etiche e permanenza in vita? Esiste in definitiva una poetic justice nelle tragedie shakespeariane? Partendo da questi interrogativi, il volume investiga la produzione tragica del drammaturgo inglese analizzando il meccanismo che governa le colpe e i meriti dei personaggi. Si rileverà come il Bardo, decretando il superamento della rappresentazione stereotipata e convenzionalmente risarcitoria della virtù, tipica dei drammi morali medievali, proponga un'idea di giustizia che non preveda necessariamente una premialità per i virtuosi. Tuttavia, se l'esperienza del trapasso verrà offerta come evento tragico ineluttabile e spietato, la morte degli innocenti troverà comunque una compensazione di ordine morale prima che la rappresentazione giunga a conclusione.

No comments: