Friday, December 11, 2015

El excedente inquisitorial de la Jurisdicción




Paolo De Angelis
Catarsi e giudizio
Edizioni Scientifiche Italiane (Collana ‘Quaderni di Diritto e Letteratura’, n. 1), Napoli, 2015, 148 pp.   
ISBN: 9788849529227

L’opera costituzionale di Calamandrei, Spinelli, Foa, introdusse essenziali elementi di critica filosofica dei modelli arcaici e repressivi del giudizio penale; ma l’attuale ordinamento si riferisce ancora ad un campo di elaborazione specialistico, prevalentemente tecnico, ed è la risultante di una visione conflittuale del diritto, in cui dominano funzioni numeriche e antagonistiche. Catarsi e giudizio tende a formare un ampio catalogo di tesi per la critica dei molti residui inquisitori del diritto processuale penale: nelle conclusioni del testo, attraverso codici e richiami filosofico-letterari di diritto naturale, si realizza un radicale programma di rinnovamento delle categorie che formano l’essenza del giudizio. 


Paolo De Angelis
, avvocato penalista, componente del Consiglio Scientifico dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, ha pubblicato studi di filosofia del diritto e di filosofia della poetica. Per la teoria dei sistemi giuridici classici ha pubblicato Politica e giurisdizione nel pensiero di Francesco Mario Pagano (IISF, 2006) e le allegazioni difensive di Gaetano Manfredi, raccolte nell’Utopia (Biblioteca di Castelcapuano, 2011). Per le discipline filologiche ha curato opere di traduttologia omerica e virgiliana e ha diretto il Programma di riforma degli studi di italianistica Poetica (Editrice Novecento). È stato incaricato del corso di diritto processuale penale presso la Scuola Forense «Gaetano Manfredi». Tra i suoi scritti più recenti per l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici: Programma di edizione delle orazioni graviniane (2014), Un incendio freddo (2013) e Stato e pubblica filosofia (2011).

No comments: