Tuesday, April 16, 2013

Università degli Studi di Parma. Presentación de 'È possibile una legalità globale?', de Gianluigi Palombella


▀▄▀▄▀▄▀▄▀▄▀▄▀▄▀▄

Gianluigi Palombella

È possibile una legalità globale?
Il rule of Law e la governance del mondo
Soc. Editrice Il Mulino (Studi e Ricerche), Bologna, 2012, 272 pp.
ISBN: 9788815240385


Dal commercio all’ambiente, da Internet alle politiche finanziarie, il mondo è retto da entità prive di delega politica, che non dipendono né dagli Stati né dai popoli. C’è un diritto globale capace di disciplinarle e limitarle? Descrivendo le trasformazioni della governance, i casi esemplari e le decisioni delle corti, il volume rilancia il ruolo della legalità nel mondo globalizzato, in una serrata analisi giuridica, storica e filosofica. Ricostruisce l’ideale del Rule of law come promessa che il diritto limiti il potere, ma soprattutto, in quanto custode della natura pubblica del diritto, non sia a disposizione del più forte.



INDICE

INTRODUZIONE
1. L’antefatto
2. Alla ricerca del diritto

Capitolo primo

L’IDEALE DELLA LEGALITÀ E IL «RULE OF LAW»

1. Una lezione al presente
2. Questioni preliminari: il «Rule of men» e il «Rule by law»
3. La ricollocazione dello stato nell’Europa continentale
4. Diritti v. legislazione
5. La specificità del «Rule of law»
6. «Jurisdictio» e «gubernaculum»
7. Equilibrio, libertà, «non-dominazione»
8. Il giusto e il bene
9. La definizione del «Rule of law» attraverso i «requisiti» e la validità giuridica
10. Prospettive e conclusioni

Capitolo secondo

IL «RULE OF LAW» OLTRE LO STATO

1. Diritto internazionale, stati e «Rule of law»: le questioni da cui muovere
2. Un «Rule of law» universale e unilaterale?
3. Quale «Rule of law»?
4. Casi rivelatori e analisi teorica
5. Verso l’apprezzamento sostanziale («content dependent assessment»)
6. Il «Rule of law» come una terza via?
7. La pratica del riconoscimento: uno sfondo teorico hartiano

Capitolo terzo

UNA MAPPA DEL GLOBO: LEGALITÀ AL PLURALE

1. «Diritti» che popolano il mondo
2. Geologia e strati
3. Formati di legalità: il diritto come «esprit»
4. «Jus gentium» o il diritto comune a tutte le genti
5. Medievalismo: cosa imparare da un «false friend»
6. La realtà del diritto (amministrativo) globale
7. Il diritto come un tutto (e il suo declino)
8. La responsabilità (per «l’insieme») e l’«accountability» (per le parti)

Capitolo quarto

COM’È POSSIBILE UN «RULE OF LAW» GLOBALE?

1. «Rule of law», regimi, ordinamenti e la «global governance»
2. Il problema delle interazioni, l’«interno», l’«esterno» e la teoria del diritto
3. Estendere e accrescere il «Rule of law»
4. La realtà dei casi e i giudici: tolleranza globale?
5. L’onere della comunicazione e la sostanza del «Rule of law»
6. La tensione tra la giustizia e il bene

Capitolo quinto
LA (RI-)COSTITUZIONE DEL «PUBBLICO»

1. Capire il «pubblico»
2. Il «pubblico» come diritto politico
3. «Il pubblico attraverso il diritto», o la creazione della categoria giuridica
4. Il «pubblico di Penelope»: lo «status» sospeso del globo
5. Il pubblico diviso e i due piani del diritto sul globo
6. La questione sociale della giuridificazione «ab externo»
7. Il pubblico multilivello e la sintesi delle legalità. Modelli e conclusioni

Appendice

IL DIRITTO PUBBLICO DELL’EUROPA: L’IMPRESA INCOMPIUTA

1. Tre linee d’analisi
2. Tre dominii
2.1. Il «pubblico» europeo
2.2. Diritti
2.3. La «governance»
3. Conclusioni. Passato e futuro
Indice dei nomi

Gianluigi Palombella é Ordinario di Filosofia del diritto nell’Università di Parma.

No comments: