Thursday, January 10, 2013

Diritto e Letteratura. Más antologías de textos y lecturas

Vincenzo Vitale
Diritto e letteratura : la giustizia narrata
Presentazione di Antonio Di Grado
Sugarco Edizioni (Collana Argomenti), Milano, 2012, 144 pp.
ISBN: 978-88-7198-647-0

Descrizione
Gli studi sul rapporto fra diritto e letteratura, fioriti soprattutto in area anglosassone, da qualche anno interessano molto anche i giuristi italiani. In questo volume non si vuole condurre un’ulteriore ricerca in tale direzione, ma mostrare come la letteratura non si limiti a porsi in una situazione di semplice « rapporto » con il diritto (al pari di altre esperienze umane quali l’economia o la psicologia), ma faccia molto di più. La letteratura, infatti, propizia una vera «palingenesi» del diritto, consentendogli di ritrovare dentro di sé quella esigenza di giustizia che da alcuni decenni sembra quasi dimenticata da parte della prevalente cultura giuridica europea (ma non dall’esperienza umana). In questo senso, la letteratura svolge per il giurista una funzione fondamentale, perché, aiutandolo a riscoprire la giustizia quale verità del diritto, lo induce a orientarsi verso l’unica dimensione davvero ineludibile per lui (che altrimenti perderebbe se stesso) e per il mondo (abbandonato alla violenza dell’ingiustizia). Conducendo il lettore verso l’esplorazione originale di alcune delle più affascinanti pagine di grandi autori della narrativa mondiale, questo libro permette, da prospettive diverse (il giudice, l’avvocato, l’accusa, la grazia, la colpa, il perdono...) di toccare con mano come al di là di ogni forma di nichilismo o relativismo propagati dalla cultura contemporanea, il diritto, privato della giustizia – suo principio costitutivo –, rischi di trasformarsi in una arbitraria e pericolosa forma di esercizio del puro potere, strumento di sopraffazione dell’uomo sull’uomo.


No comments: