Friday, January 21, 2011

Democracia deliberativa y petrificación de los derechos




Anna Pintore
Democrazia e diritti: sette studi analitici
Edizioni ETS, Pisa, 2010, 156 pp.
ISBN 9788846726230

La nostra cultura giuridica tende per lo più a ignorare od occultare il conflitto tra democrazia e diritti. Talora lo maschera dilatando l'area semantica del concetto di democrazia fino a includervi la vasta congerie di diritti proclamati nelle costituzioni o da esse ritenuti comunque estrapolabili. Altre volte lo dissolve trattando il principio democratico come subordinato e residuale rispetto ai diritti fondamentali e intendendo questi ultimi come un dato normativo sottratto all'esercizio dell'autonomia politica dei cittadini, cristallizzato nel documento costituzionale e affidato alla custodia dei giudici.
Questo libro censura ambedue le operazioni. Esso si propone innanzi tutto di evidenziare le buone ragioni che suggeriscono un uso sorvegliato della parola democrazia e raccomandano di intenderla come un insieme di regole di procedura per la formazione di decisioni collettive, secondo la nota definizione di Bobbio. Cerca altresì di portare alla luce alcune tra le tante ambiguità che affliggono la nozione di diritto fondamentale e ne fanno il veicolo di insidiose operazioni ideologiche.
Il libro denuncia poi i pericoli insiti in un mondo giuridico dominato dai diritti, primo fra tutti quello della giuridicizzazione dell'etica e della politica, con la conseguente svalutazione del ruolo dell'organo legislativo e l'elevazione dell'organo giudiziario a decisore di ultima istanza. Segnala inoltre i rischi di una politica dominata da quelle retoriche dell'intransigenza che tendono ad accompagnarsi alla raffigurazione dei diritti come carte vincenti del gioco politico. Critica infine l'idea che i diritti siano l'unico strumento di protezione degli interessi individuali e che la loro moltiplicazione sia cosa necessariamente buona.

Capitolo I
Democrazia senza diritti. In margine al Kelsen democratico
1. Kelsen democratico
2. Democrazia e relativismo etico
3. La democrazia come procedura. In che senso?
4. Il nesso mancante tra costituzionalismo e democrazia
5. Democrazia senza diritti
Capitolo II
La dignità della legislazione
1. Legislazione assembleare
2. La circostanza del disaccordo
3. Governo dei giudici o governo dei legislatori?
Capitolo III
Democrazia e deliberazione
1. Che cos’è la democrazia deliberativa?
2. I problemi della deliberazione
3. La repubblica deliberativa di José Luis Martí
4. Proceduralismi e sostanzialismi
5. Argomentazione, negoziazione, voto
6. Un modello accettabile
Capitolo IV
Scarpelli e l’aristocrazia giudiziaria
1. Scarpelli e la democrazia
2. Un democratico liberale (ma sempre un po’ elitario)
3. Un’aristocrazia al servizio della democrazia
4. Dal primato della legge al primato della giurisdizione (costituzionale)
Capitolo V
Diritti insaziabili
1. Il problema della tenaglia
2. Prima tappa: la definizione di ‘democrazia’ e di ‘diritto fondamentale’
3. Seconda tappa: la costituzione sub specie aeternitatis
4. Terza tappa: il carattere autoesecutivo dei diritti
5. Il rischio della democrazia
Capitolo VI
Il nome delle cose. A proposito di Principia iuris di Luigi Ferrajoli
1. Principi
2. Lacune
3. Aspettative
4. Conflitti
5. Democrazia
Capitolo VII
Le due torri. Diritti e sicurezza ai tempi del terrore
1. Diritti di sicurezza e sicurezza dei diritti
2. La sicurezza come effettività dei diritti e come bene collettivo
3. Il terrorismo e il terrore
4. I diritti e la paura
5. Gli equivoci diritti
6. La sicurezza come limite dei diritti
7. La flatland dei diritti
8. Il potere come limite dei diritti
Indice dei nomi

Anna Pintore insegna Filosofia del diritto nell'Università di Cagliari. Tra i suoi lavori: Norme e principi. Una critica a Dworkin (Milano 1982); La teoria analitica dei concetti giuridici (Napoli 1990); Manuale di teoria generale del diritto (con M. Jori, Torino 19952ª); Il diritto senza verità (Torino 1996; Liverpool 2000, Madrid 2005); I diritti della democrazia, (Roma-Bari 2003).

No comments: